Mike Ferguson
Gennaio 2005

Un percorso verso l’impresa intelligente (Parte Prima)

Che cosa intendiamo per impresa intelligente? Il concetto di impresa intelligente rappresenta una svolta fondamentale per il mondo del data warehousing e della business intelligence (BI), poiché considera quest’ultima al cuore dell’impresa, integrandola all’interno dei processi operativi dell’impresa.

L’idea è che le applicazioni relative ai processi operativi e i portali possano fare riferimento a una business intelligence affidabile e on demand, in modo che le operazioni divengano intelligenti mediante la guida della BI stessa.

Per esempio, per fornire all’utente una raccomandazione operativa, coesistono un monitoraggio automatico degli eventi dell’attività dell’impresa, le richieste per una BI just-in-time e le richieste on-demand per un’analisi predittiva. Nell’impresa intelligente, la BI non è indirizzata a specifiche categorie di persone come, per esempio, gli analisti di business, ma si rivolge piuttosto alle applicazioni all?interno di un processo dell’impresa.

L’obiettivo è una BI dotata di ubiquità, ovvero presente in ogni attività all’interno di tutti i processi dell?impresa, in modo da poterne guidare le operazioni verso il raggiungimento degli obiettivi strategici. Nella maggior parte dei casi, gli utenti operativi non sanno di usare strumenti di BI, perché, dietro le quinte, i servizi web di BI ne rendono possibile l’integrazione dinamica con i sistemi operativi.

In questo senso, l’impresa intelligente richiede la possibilità di supportare operativamente:

  • Richieste on-demand per informazioni specifiche, per esempio riferite a un particolare cliente.
  • Richieste on-demand per analisi automatiche di dati (elaborate per conto dei singoli utenti), allarmi automatici determinati da regole e raccomandazioni operative automatiche.
  • Riconoscimento degli eventi nelle operazioni dell’impresa, che attivino on-demand l’integrazione di altri dati che, a loro volta, vengano analizzati e diano luogo ad azioni automatiche o manuali. Questo insieme di attività viene definito come monitoraggio dell’operatività dell’impresa, con l?acronimo Bam (Business Activity Monitoring) .

Tutto questo richiede che la BI venga costantemente utilizzata nel contesto di attività operative specifiche, all’interno dei processi dell’impresa. Quindi, le attività componenti i processi operativi debbono essere ?collegate? con obiettivi precisi e dichiarati nell’ambito del software di gestione dell’intera impresa (Cpm, ovvero Corporate Performance Management), in modo che l’impresa stessa possa mantenere allineati i processi interni con i propri obiettivi di business.

Una volta fatto questo, possiamo associare o indirizzare la BI verso specifiche attività di processo, in modo che venga utilizzata in un contesto operativo fino al raggiungimento di un obiettivo strategico.

Questa visione indica anche che l’evasione tempestiva delle richieste per l’impiego della BI da parte di persone che ne utilizzano direttamente gli strumenti rischia di essere pregiudicata dal grande numero di richieste provenienti da applicazioni utilizzate in operazioni di prima linea da dipendenti, partner, fornitori o clienti. La Figura 1 mostra il concetto di impresa intelligente.

Nella Figura 1, si può notare che le applicazioni operative circondano e sono “cablate” a servizi di BI guidati da regole e che, a loro volta, hanno accesso a dati integrati logicamente all’interno di data warehouse e data mart. Anche il software Cpm è non solo integrato con la BI ma anche con i processi dell’impresa, in modo che possiamo conoscere quali attività di questi ultimi risultino associate a quali obiettivi.

Tramite il portale dell’impresa, gli utenti vedono i segnali di attenzione o di allarme, le azioni e le raccomandazioni operative dirette a loro, così come le attività di BI on-demand rilevanti per il proprio ruolo, all’interno del contesto di ogni attività di processo operativo nella quale siano impegnati in quel momento. Inoltre, possono anche vedere gli strumenti di collaborazione di cui hanno bisogno, sia per il proprio lavoro che per collaborare con altri.