Ottobre 2003

Requiem per il Portale?

Secondo l’opinione degli analisti, queste entità si stanno evolvendo in suite di software integrato, contenenti le funzioni del portale. Si tratta di un’evoluzione che presenta molte analogie con quella già subita dal middleware.

Infatti, in passato, eravamo abituati ai convegni sul middleware, così come ad articoli e report sui prodotti e la tecnologia del middleware stesso.

Oggi, accettiamo semplicemente il middleware come un componente della tecnologia presente in un gran numero di soluzioni software di natura diversa.

Questa è, verosimilmente, anche la direzione che seguirà la tecnologia del portale. Tuttavia, occorrerà ancora del tempo perché questo possa avvenire.

Anche se si tratta di un’innovazione abbastanza recente, i portali hanno avuto un forte impatto sui sistemi IT delle imprese. Si possono realizzare rapidamente e, se implementati correttamente, possono fornire un forte ritorno sull’investimento.

Inizialmente, i portali furono usati per migliorare l’usabilità delle intranet ed extranet delle grandi imprese. In tempi più recenti, sono stati impiegati con altre tecnologie come la gestione dei contenuti, l’elaborazione collaborativa e la Business Intelligence, in modo da fornire soluzioni per migliorare l’operatività dell’impresa e dare una spinta alla loro efficienza, sia all’interno che verso le altre imprese e l’ambiente esterno.

Alcuni buoni esempi di come i portali influiscano profondamente sul TCO (Total Cost of Ownership) è costituito dai vincitori dei Portal Excellence Award, attribuiti nel corso della recente DCI Enterprise Portals and Web Service Conference di San Francisco.

Lo U.S. Army, vincitore del Best Internal Corporate Award, un riconoscimento per il miglior portale dedicata all?organizzazione interna, aveva bisogno di una soluzione per collegare decine di migliaia di sistemi dispersi geograficamente nel mondo.

In altri termini, il sistema doveva essere in grado di fornire un deposito (repository) di informazioni a disposizione delle truppe americane attive nel mondo, della guardia nazionale come dei riservisti, oltre che ad uso degli impiegati civili dell’amministrazione militare.

In appena tre mesi e mezzo, Appian ha realizzato un portale che ha la base di utenza più grande esistente in assoluto: 1,3 milioni di utenti registrati e sparsi ovunque nel mondo. La presentazione del portale e le relative modalità di accesso alle informazioni sono diverse e selezionate in base al livello gerarchico, specializzazione e dislocazione geografica degli utenti.

Il portale fornisce chat rooms, e-mail, messaggi istantanei e condivisione dei documenti. Ogni giorno il portale è visitato da 100.000 utenti diversi, che generano circa 200.000 sessioni di collegamento. Il ritorno sull’investimento (ROI) è raggiunto in modi diversi.

Ad esempio, l’Esercito americano ha risparmiato 28 milioni di dollari riducendo il numero di server esistenti presso il proprio Standard Installation/Division Personnel System.

Il premio per il migliore portale di e-Business è stato attribuito a Halliburton, una società di estrazione e fornitura di prodotti petroliferi, che ha usato il prodotto di portale di Plumtree per realizzare una soluzione che consentisse a oltre 4.300 clienti di avere l?accesso a strumenti tecnici, procedure, dati contabili dal sistema SAP e forum privati per la gestione dei progetti.

Clienti come ExxonMobil, ChevronTexaco e Conoco possono ottenere informazioni sui prodotti, verificare fatture, accedere a una base di conoscenze ed esperienze tecniche e, infine, collaborare con i team di Halliburton.

Secondo una ricerca, nel suo primo anno di attivazione, il portale ha influenzato vendite di prodotti per 120 milioni di dollari. Ha inoltre permesso di fornire un migliore servizio ai clienti, una più efficace acquisizione di nuovi compratori, una maggiore fidelizzazione dei clienti esistenti, una superiore condivisione della conoscenza, un forte risparmio nei costi di stampa e delle spedizioni postali, oltre che un accesso facilitato ai dati delle applicazioni SAP.

Un portale, quindi, è molto di più di una semplice interfaccia Web verso le informazioni che costituiscono il patrimonio conoscitivo dell’impresa. Il portale ottiene il ROI operando in congiunzione con altre tecnologie, con l’obiettivo di fornire una soluzione integrata per l’intera impresa.

Un portale rappresenta un elemento chiave per una strategia di integrazione delle attività all’interno dell’impresa. Fornisce infatti l’integrazione al livello dell’interfaccia utente, mentre altre tecnologie supportano l’integrazione dei processi operativi, delle applicazioni e dei dati dell’organizzazione.

Tornando alla domanda iniziale sull’evoluzione futura dei portali, sono d’accordo con Gartner che la tecnologia dei portali diverrà un componente fondamentale di una suite software. Tuttavia, mentre Gartner identifica due tipi di suite, io ritengo che saranno tre, come indicato nella figura.

Application Server Suite
Questo insieme raggruppa le quattro infrastrutture fondamentali di integrazione, ovvero l’interfaccia utente, i processi dell’impresa, le applicazioni e i dati, all’interno di un singolo package in combinazione con un server applicativo e con servizi di elaborazione collaborativa.

Questa suite pone l’enfasi sull’integrazione delle applicazioni e su un’infrastruttura per la costruzione di un ambiente elaborativo d’impresa integrato. Si tratta di qualcosa di simile a ciò che Gartner definisce come Application Platform Suite (APS).

Intelligent Business Suite
Questa suite è una soluzione a pacchetto, che integra le funzioni fondamentali di un portale indipendente (categorizzazione, ricerca e personalizzazione) con gli strumenti di Business Intelligence, i servizi collaborativi e il sistema di gestione dei contenuti informativi.

Pone l?enfasi su soluzioni esterne per l’accesso alle informazioni e la loro condivisione, per la gestione dei contenuti e le elaborazioni collaborative.

È simile a quanto Gartner definisce come Smart Enterprise Suite (SES). Per alcune organizzazioni, un requisito fondamentale per una suite di questo tipo sarebbe la possibilità di aggiungersi e sfruttare le funzionalità d’integrazione di una suite di server applicativo, in aree come l?integrazione delle applicazioni e i Servizi Web.

Application Package Suite
Questa suite fornisce le soluzioni esterne che integrano, all’interno dell’ambiente del portale, i pacchetti applicativi e di Business Intelligence proposti da un venditore.

La suite fornisce anche servizi di collaborazione e una capacità d’integrazione di prodotti di terze parti. Questa suite pone una forte enfasi su soluzioni precostituite. Se il venditore delle applicazioni fornisce anche una suite per server applicativo, è verosimile che il pacchetto della suite applicativa sia sviluppato e integrato con questo prodotto.

Per concludere, la tecnologia del portale diverrà un componente fondamentale di altre soluzioni software. Nello sviluppare una strategia di portale, l’obiettivo primario deve essere costituito dalle necessità dell’impresa, ma è anche importante tenere conto delle altre strategie IT in aree come Business Intelligence, gestione dei contenuti, elaborazione collaborativa e integrazione delle applicazioni.

Tecnologie nuove e in evoluzione, come XML e i Servizi Web assumeranno probabilmente un ruolo chiave nell’evoluzione dei portali verso vere e proprie suite software.

Figura. L’evoluzione del portale d’impresa verso determinate suite software